Nintendo Labo da personalizzare: come decorare il Toy-Con macchina

 Contenuto sponsorizzato da Nintendo 

Questo è il mio terzo progetto per personalizzare i Toy-Con di Nintendo Labo. Gli altri due sono la personalizzazione del robot e quella della moto. Questa volta ho utilizzato il vehicle kit, che contiene al suo interno anche un volante e un pedale per automobile. Il prodotto della Nintendo è un’ottima occasione per coniugare la passione per i videogame con quella per il fai da te.

Prima di iniziare a videogiocare, infatti, bisogna costruire il supporto di gioco all’interno del quale verranno inseriti gli elementi della Switch. L’oggetto in cartone si trasformerà così in un vero e proprio elemento reale di controllo del videogame. Non basta, però. Visto che è di cartone e visto che parliamo di fai da te, ovviamente io il toy-con lo voglio personalizzare

Video tutorial – Nintendo Labo: Toy-Con macchina da personalizzare

Cosa serve per personalizzare il toycon auto di Nintendo Labo

Nintendo Labo Vehicle Kit: car
cartone
matita
catarinfrangenti tondi
coprivolante in similpelle
colla a caldo
colla super rapida
cannucce
nastro carta
taglierino
pennelli
forbici
pittura spary cromata
pittura lavabile nera
colore acrilico metallizzato
squadra
forbici
pennarelli a vernice
tamponi in gommapiuma
carta da lucido

Come montare il Toy-Con automobile

Uso la switch come manuale

Dentro al kit veicoli del Nintendo Labo ci sono i pezzi di cartone che servono per montare il Toy-Con.
Per farlo bisogna semplicemente utilizzare la Switch come manuale di istruzioni. In effetti il procedimento è molto semplice, anche se ci vuole attenzione.

Bisogna staccare dai fogli di cartone le singole sagome e poi piegarle. Sulla Switch vedi nel dettaglio come devi girare i singoli pezzi, come li devi piegare, come li devi montare fra loro. Io, per staccare il cartone, mi trovo meglio lasciando il foglio sul tavolo e premendo e ti consiglio di fare lo stesso.

E poi via con le pieghe.

Questo lavoro di montaggio si può fare anche coi bimbi. Procedo così, fino a finire il volante con tutti i suoi elementi e il pedale dell’acceleratore. E poi comincia la decorazione!

Come personalizare il Toy-Con

Sì, perché una volta finito il montaggio, inizia il divertimento per chi ama il bricolage. Anche qui, si possono coinvolgere i bimbi in vari modi.

Per decorare il Toy-Con bisogna tenere presente, fondamentalmente, due elementi.
Il primo: non bisogna interferire con gli elementi che fanno funzionare il gioco (cioè, non bisogna interferire con gli elastici, non bisogna dipingere gli adesivi rifrangenti e via dicendo).
Il secondo: se il Toy-Con viene dipinto, siccome è di cartone, bisogna usare vernice non diluita per evitare che si imbarchi.

In questo caso ho deciso di realizzare un’auto da corsa, nera e cromata.

Dipingo alcune parti del Toy-Con Nintendo Labo con la pittura spray cromata

Inizio con le cromature e per farle uso una vernice spray cromata.
Quando si usano gli spray bisogna areare bene gli ambienti.
Metto lo spray solo sulle parti che decido di cromare, ma ovviamente avrei potuto fare la cromatura ovunque.

Poi dipingo con la pittura lavabile nera, non diluita.

Dipingo con la pittura lavabile nera non diluita sul Toy Con
Passo la pittura sia sulla parte che supporta il volante sia sul pedale dell’acceleratore.

Con un altro pezzo di cartone, che ho tagliato della stessa misura della parte frontale del Toy-Con, farò il radiatore. Dipingo di nero anche quello.

Per il volante, ho comprato un copri-volante in simil-pelle, proprio come se fosse una macchina da corsa. Non lo posso mettere direttamente sul volante, perché non è circolare, ma è costituito da una serie di segmenti a forma di poliedro.

Allora con un foglio di carta da lucido mi sono ricostruita la forma dei segmenti, che sono tutti uguali.
Ho ritagliato il modello del segmento, la dima, e poi l’ho riportato sul retro del coprivolante.

Quindi, taglio i pezzi e poi con la colla multiuso a presa rapida, incollo i vari pezzi sui segmenti del volante. Non copro le parti cromate.

Per le parti laterali, sulla carta da lucido mi sono preparata dei disegni di fiamme. È vero, si poteva anche andare a mano libera, ma in realtà la superficie è relativamente grande e si può sempre sbagliare.


Il mio suggerimento è quello di prepararsi i disegni su carta semplice: così puoi sbagliare, cancellare, ricominciare. Poi, quando si è soddisfatti del risultato, a quel punto si riporta sulla carta da lucido. E solo a questo punto lo riporto sulla superficie che intendo decorare. Una volta riportato sul lucido il disegno, lo ripasso con la matita sul retro, poi lo appoggio alla superficie e lo ripasso con la matita, in modo che il disegno passi sul cartone.

Con la lavabile bianca non diluita (si poteva anche usare acrilico, non diluito) dipingo le mie fiamme.
Devo dare almeno due mani, forse anche tre: a me piace che il risultato finale sia compatto.

Anche per  il radiatore, ho fatto un disegno con la carta da lucido, questa volta con la squadra perché volevo che le righe fossero molto dritte. Per decorarlo e per rendere l’idea della mascherina del radiatore vero e proprio ho deciso di usare delle vecchie cannucce e le ho cromate. Il modo migliore per farlo è stato quello di piantare le cannucce dentro il polistirolo e dipingerle con lo spray: così non si sono attaccate tra di loro.

Visto che mi piace mantenere gli elementi degli oggetti che trasformo, ho mantenuto la parte zigrinata delle cannucce, quella che serve per allungarle e piegarle, e l’ho usata come elemento decorativo. Parto dal centro del cartone e inizio a incollarle con la colla a caldo, facendo in modo che la parte zigrinata segua l’andamento della forma del radiatore.

Con due cilindri di scarto delle cannucce faccio il porta fanale.

Con la coda delle cannucce faccio anche le bocchette dell’aria della macchina, prendendo le misure direttamente sul supporto del volante e tagliando a misura.
Posso incollarle sia con la colla a caldo sia con la multiuso.
Cerco di non avere mai troppe forme dritte e squadrate.

Sotto al volante faccio un pulsante usando una pittura metallizzata (è molto meno brillante della spray cromata). Per farlo, uso un tampone. Quando asciuga, ci metto dentro un altro pallino, bianco.

Anche per il contachilometri e il contagiri ho fatto un disegno su lucido e con lo stesso metodo che ho usato per le fiamme lo riporto sul cartone. Dipingo con la pittura metallizzata e poi faccio le lancette e i numeri bianchi con un pennarello a vernice bianca e uno a vernice rossa.

Uso il pennarello anche su una parte del volante che non sarà coperta dalla finta pelle, per aggiungere delle righe.

Sulle superfici più piccole posso usare dei pennarelli per fare le fiamme, a mano libera.

Anche per l’acceleratore ho fatto un disegno su carta da lucido. Anche qui uso la vernice metallizzata.

Incollo il radiatore sulla targa del Toy-Con, poi incollo il fanale, che è un catarinfrangente. E questo è il mio risultato finale.

E ora… è il momento di giocare!

 

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.