Nintendo Labo, come personalizzare il Toy-Con casetta

 Contenuto sponsorizzato da Nintendo  

Come passare una giornata in tranquillità coi figli dedicandosi al fai da te e poi tante giornate a videogiocare? Con Nintendo Labo! Come ho fatto con il volante, la moto, il pianoforte e il robot, ecco il mio video tutorial in cui ti spiego non solo come montare il Toy Con casetta ma anche e soprattutto come decorarlo e personalizzarlo.

Cosa serve?

Nintendo Labo Toy-con casetta: cosa usare per personalizzarlo

– Nintendo Labo Toy-Con 01 Variety Kit Multi Kit
– tappetino da taglio
– pittura lavabile
– pennelli
– capsule di caffé usate
– colla a caldo
– forbici
– taglierino
– colore acrilico rosso
– matita
– carta da lucido
– pennarello
– nastro adesivo di carta
– vernice acrilica spray

Come si monta il Toy-Con Casetta

Montare il toy-con è molto semplice ma è un lavoro che va fatto con calma e con precisione. Sulla Switch si trovano tutte le istruzioni: si può usarla come manuale di istruzioni, andando avanti e indietro con il joy-con.

Nella confezione c’è una serie ti fogli di cartone con i pezzi da staccare. Le istruzioni, che ti consiglio di seguire con precisione, sono molto chiare.
Io preferisco appoggiare il cartone sul piano di lavoro e poi schiacciare.

La parte fondamentale è quella delle pieghe da fare: il cartone va piegato perfettamente perché il Toy-Con si possa montare e possa funzionare.

Nelle istruzioni ti dicono anche come girare il pezzo, come piegarlo, come incastrarlo. Si procede con le pieghe e il montaggio fino al completamento del Toy-Con, in questo caso della casetta.

Come si personalizza il Toy-Con Casetta?

Una volta montata la casetta, è il momento di personalizzarla.

Tolgo il tetto e inizio col dipingere tutta la casa di bianco. Utilizzo della lavabile bianca, non diluita: tutte le vernici che si usano per personalizzare i Toy-con di Nintendo Labo vanno usate non diluite, altrimenti fanno imbarcare il cartone!

Mi raccomando: quando dipingi non interferire con il funzionamento del gioco (non si dipingono, per esempio, gli sticker, i pezzettini di spugna, le parti riflettenti).


Si lascia asciugare e poi si dà una seconda mano di bianco.

Il tetto e il camino li dipingo di rosso. In questo caso ho usato dell’acrilico, sempre non diluito.


Lascio asciugare, do una seconda mano al camino. Al tetto, invece, no, perché lo ricoprirò.

Utilizzo delle capsule rosse per il caffé: le taglio a metà, le svuoto, tolgo la griglia e poi adatto le dimensioni delle mie capsule, che diventano delle tegole, alla dimensione del tetto. Per farcele stare, ho tagliato con le forbici la parte laterale delle capsule che metto all’esterno.

Poi attacco le capsule con la colla a caldo.

Mi raccomando: se lavori con la colla a caldo e con i bimbi, sarebbe meglio che la colla a caldo fosse maneggiata da un adulto. Io sono contraria a lasciar usare la colla a caldo ai bambini.

Ora passo alla decorazione: ho deciso di fare un’ambientazione messicana.

Ho disegnato su carta le decorazioni. Poi le ho ricalcate su della carta da lucido, poi le ho ripassate con il pennarello. Le ripasso con una matita sul retro e le trasformo in questo modo in una specie di “trasferello”.

Perché tutto questo procedimento? Perché se disegnassi direttamente sul cartone della casetta non potrei sbagliare: si vedrebbero le cancellature.

A questo punto, utilizzando del nastro carta poco adesivo, fisso il lucido sulla casetta.
Se il tuo nastro carta attacca troppo, lo attacchi sulla stoffa e poi lo togli, così attaccherà meno.
Si fa per evitare che, togliendo il nastro carta, venga via il fondo della pittura. Si fa anche sui muri – come, ad esempio, in questo video tutorial per fare una parete a righe verticali.

Con la matita, ripasso il disegno sul lucido.

A questo punto, ripasso il pennarello sulla casetta. Io ho utilizzato un pennello calligrafico che ho comprato quando ero in vacanza a Tokyo.

Finito tutto il disegno ho deciso di dipingere i fiorellini di rosso.


Lascio asciugare.

Poi proteggo la casa: la tinta lavabile è porosa e rischia di attirare macchie di ogni genere. Utilizzo un protettore spray (a proposito: ricordati sempre di pulire bene l’augello della pittura spray!),

Finalmente sono pronta a giocare!

 

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.