Lampada fai da te con una tanica

 Contenuto sponsorizzato da OBI 

Video tutorial per una lampada fai da te

L’idea: da una tanica a una lampada

Vedere questa tanica e innamorarmene è stato un tutt’uno. Così ho cominciato a pensare: come potrei usarla? In cosa potrei trasformarla? È proprio così che nascono i progetti di riuso, di cambio di destinazione d’uso, di riciclo creativo.

Alla fine ho deciso: una lampada.

Tutto l’occorrente l’ho trovato da OBI.
Qui c’è la lista.

Occorrente per la lampada fai da te

tanica
portalampada
lampadina
cacciavite da elettricista
interruttore
trapano
– punte al cobalto
cavo elettrico
barra filettata cava
forbici da elettricista
guaina termo restringente
nastro isolante
spina elettrica
pistola termica

Il procedimento per la lampada fai da te

Devo fare due buchi. Uno per far entrare la barra filettata cava, dove poi farò passare il mio cavo elettrico e l’altro per far uscire il cavo elettrico dove andrò ad attaccare la spina.

Per cominciare, faccio un buco sul tappo.

Prima uso una punta del trapano piccola, una 6, per fare l’invito. Poi allargo il buco con una 10.

Nella parte posteriore della tanica userò direttamente la punta 8.

Via col trapano (da usare sempre con attenzione, mi raccomando): prima l’invito, poi il buco allargato, appunto. E poi il buco d’uscita.

Prendo la guaina termorestringente, ne taglio un pezzettino e ci infilo dentro il cavo elettrico. Poi infilo il cavo nel buco inferiore e lo recupero, quindi faccio passare il filo anche nel buco che ho fatto sul tappo e richiudo la tanica.

A questo punto faccio passare il filo all’interno della barra filettata.

Poi inserisco la barra filettata con il cavo elettrico: è come fare un puzzle. Tiro il filo da sotto e agevolo l’ingresso della barra, lasciando una parte del cavo all’esterno.

A questo punto prendo il segno del punto dal quale il filo esce dalla tanica, lo segno con un pezzo di nastro adesivo, dopodichè tiro tutto fuori (eh sì, è necessario).

Sul punto in cui ho preso il segno metto del nastro isolante: lo faccio per estrema sicurezza, per proteggere il cavo elettrico in modo che non si possa tagliare con il foro della lamiera.

Ci metto sopra anche la guaina termorestringente. Poi faccio aderire la guaina al cavo usando la pistola termica (ho dovuto toglierla e ripassarla da sopra perché non passava dal foro).

La guaina termorestringente serve a proteggere il cavo elettrico. È come se gli infilassi un cappotto per proteggerlo dall’abrasione / sfregamento del metallo del foro fatto con il trapano contro il cavo stesso. Reinfilo il cavo elettrico nella barra filettata e sono quasi pronta: ricompongo il puzzle, rimetto la barra filettata nel buco e tiro il cavo da sotto. Così il cavo è protetto.

Asesso faccio i collegamenti elettrici se segui il link c’è il mio video tutorial suol tema). Faendo attenzione a non tagliare i fili dentro, sguaino il cavo elettrico, lo spello con le forbici da elettricista.

Pulisco i fili, li arrotolo su se stessi e poi li blocco nel porta lampada, aprendo e poi richiudendo le viti. Finisco di montare il portalampada.

Adesso dobbiamo mettere l’interruttore. Taglio il cavo elettrico nella parte posteriore, tolgo la guaina, come ho fatto prima, arrotolo su loro stessi i fili interni, faccio la stessa cosa sull’altro pezzo di cavo che mi è rimasto staccato.

Apro l’interruttore con il cacciavite e anche qui faccio i collegamenti elettrici da una parte e dall’altra e richiudo l’interruttore.

A questo punto manca solo la spina. Scelgo la lunghezza del cavo in modo che mi sia comoda (vale sia per il punto dove mettere l’interruttore sia per il punto in cui metto la spina).

Il procedimento è analogo: sguaino il cavo, apro la spina, faccio i collegamenti elettrici interni, poi richiudo la spina.

Ora non mi resta che mettere la lampadina nel portalampada. E la mia tanica-lampada è pronta! Ecco come fare!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.