Treccia classica o treccia olandese?

Treccia classica o treccia olandese?

Oggi vi propongo un video tutorial molto particolare, con una protagonista speciale e misteriosa. Chi sarà mai la mia modella? Devo dire che è stata molto paziente e si è prestata a questa mia nuova passione: la passione per le trecce.

Ci sono molti modi per farle. Il primo è quello più usuale: come fare una treccia classica? Sembrerà una banalità ma so, per esempio, che questo tutorial è già stato molto utile a un papà con pochi capelli che aveva il piccolissimo problema di dover pettinare la figlioletta prima di portarla alla scuola materna e che si trovava spesso a dover giustificarsi di fronte alla richiesta scontata: «Papà, mi fai la treccia come la mamma?».

Però non c’è solo la treccia classica. Se si inverte il verso (è molto più facile vederlo che spiegarlo, fidatevi) si ottiene una treccia olandese (anche detta treccia francese rialzata), davvero semplice – perché il procedimento è lo stesso della treccia classica – ma di grande effetto.

E voi? Che tipi di trecce fate?

Treccia classica o treccia olandese?

1 Commento

  1. Che capelli! Belle entrambe le trecce. Un giorno una e un giorno l’altra!
    Un abbraccio, Daniela
    p.s. Le mie candeline per ora tra gli alchechengi sono accese.

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.