Trasformare uno sgabello in comodino

 Contenuto sponsorizzato da OBI Italia  

L’idea

Che cosa potrebbe diventare uno sgabello di legno? Quando l’ho visto ho pensato: ok, questo lo trasformo in comodino.

In generale, come ho detto molte volte, trovo che il cambio di destinazione d’uso degli oggetti sia una delle sfide creative più stimolanti e sia proprio la quintessenza del fai da te.

Video tutorial per trasformare uno sgabello in comodino

L’occorrente che ho trovato da OBI

sgabello di legno
MDF
tela cerata
seghetto alternativo
guanti in lattice
smalto
pennello
riga
forbici
colla super rapida
nastro biadesivo

Come trasformare uno sgabello in comodino

La prima cosa da fare è dipingere completamente lo sgabello. Ho scelto uno smalto grigio perché è più resistente della lavabile e per molti altri motivi (se vuoi saperne di più sulla differenza fra smalto e lavabile, ne ho scritto qualche tempo fa). Oltretutto, questo è uno smalto che non necessita di una base. È un 2 in uno. Ma non pensate di cavarvela senza dare la seconda mano eh!

Qualche tempo fa ho fatto anche un video tutorial in cui spiego come dare le pennellate sul legno: in questo caso, ho scelto una pittura completamente coprente.

Mi raccomando: quando dipingi un oggetto “complesso” come questo sgabello, ricordati di capovolgerlo quando si asciuga, così non ti dimentichi dei pezzi.

Una volta che la seconda mano si è asciugata, prendo le misure dei tre scalini, tenendomi un po’ di margine (sforo di circa un centimetro, un centimetro e mezzo).

Riporto le misure sull’MDF.

Dopodiché, taglio l’MDF con il seghetto alternativo. Ricordati che di solito dove ti vendono l’MDF ti fanno anche i tagli, se non hai il seghetto alternativo a disposizione e… se vuoi faticare meno.

Poi cerca una bella cerata. Io l’ho trovata con un motivo floreale e che si pulisce con uno straccio.

Ora fodero i tre pezzi di MDF. Traccio delle linee lasciando del margine rispetto alla dimensione dell’MDF.

La cerata si taglia con le forbici.

Poi attacco la cerata sull’MDF utilizzando il nastro biadesivo (che è uno di quei rari momenti nella vita in cui mi pento di non tenere le unghie lunghe, causa lotta con la pellicola da staccare!).

Faccio la stessa cosa anche per gli altri due pezzi di MDF.

Poi assemblo.

Per incollare i pezzi di MDF foderati utilizzo della colla super rapida. Per i pezzi più piccoli, mi devo ricordare di farli sbordare bene.

Il motivo per cui ho scelto la colla è che è molto più pratica rispetto ad altre possibili soluzioni.

Ecco come fare!

 

 

 

 

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*