L’aggrappante

Aggrappante

Marzia vuole saperne di più a proposito dell’aggrappante, di cui parlavo per dare un consiglio a Manu per la sua parete attrezzata.

«Leggo “aggrappante sintetico”. Quale tipo di smalto ci si può mettere sopra? La seconda riguarda l’aggrappante… Me ne consigliano sempre uno diverso e sistematicamente si rivela un flop. Scusa se mi sono permessa di farti queste domande, ma anche io ho un soggiorno di quel tipo e vorrei cambiarlo»

Vale la pena di dare una definizione di aggrappante.

L’aggrappante è un materiale liquido o semiliquido che viene steso su una superficie da trattare e sul quale verrà poi applicato un secondo materiale. Il motivo per cui si utilizza è molto semplice: senza l’aggrappante, il secondo materiale non aderirebbe bene sulla superficie di base.

L’aggrappante è solitamente sintetico: vuol dire che va diluito con un diluente sintetico e non all’acqua.

È una base e, una volta asciutto, puoi dipingerci sopra con lo smalto.

La perfezione sarebbe usare uno smalto anche lui sintetico.
Ma io non lo amo per niente e quindi uso lo smalto all’acqua.

Non ho una marca di aggrappante da consigliare in particolare, ma, come dico sempre, con le pitture non bisogna risparmiare: le pitture devono essere di buona qualità.

Conviene guardare sul barattolo la specifica del prodotto, ne esistono per vari materiali o anche “generici”:

Scegli quello che fa al caso tuo!

6 Commenti

  1. Io amo cambiare aspetto ai mobili e lo faccio spesso (adoro lo shabby chic). Ma non amo l’odore del sintetico. Quindi come aggrappante uso quelli all’acqua. Ce ne sono di ottimi in commercio. Una volta usavo la cementite, che andava bene per ogni superficie, ora è quasi introvabile. Era in grossi barattoli ed a prezzi modici, ma poi le aziende hanno capito che è più lucroso mettere in commercio aggrappanti specifici per il legno, per il vetro, per la plastica ecc. usando barattolini a prezzi esorbitanti e la cementite è sparita!!!!

  2. Buongiorno Barbara. I tuoi consigli sono sempre illuminanti! Ho usato diverse volte l’aggrappante spray sintetico su legno e devo dire che funziona anche se non è eccellente ( forse perché ho sempre trovato solo quello per pvc e metallo). Mi sono trovata meglio con il fondo universale all’acqua: è in latta, si può diluire ed è meno tossico.

  3. Ciao io solitamente uso un fondo gesso all acqua ma non lo diluisco mai ..sia su legno che ceramicaalcune volte anche su tele se poi dipingo con acrilici

  4. Scusate l’O.T. ma qualcuno ha mai provato a passare la cementite sulla colla vinilica? Sto sperimentando col polistirolo e l’ho rinforzato con carta e colla. Ora, l’effetto finale vorrebbe essere quello di legno shabby, quindi ho pensato di dare sopra della cementite ad acqua. Che ne pesate?

1 Trackback / Pingback

  1. Porte stile inglese: come lavorarle | Come fare con Barbara

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.