Nastro carta

Nastro carta: che cos'è, come si usa

nastro-carta-come-usarlo-per-schermare

I nastri adesivi in carta sono un tipo di nastro adesivo che, come suggerisce il nome, utilizza un supporto in carta. Nel fai da te il nastro carta si usa per mascherare e rifinire. 

Come per la carta vetrata, ci sono molte misure (da un centimetro a 5 centimetri di larghezza, di solito) e molti tipi diversi di nastro carta. In generale, è un nastro molto resistente agli sforzi e impermeabile agli agenti atmosferici, è protettivo e resistente anche ad alte temperature (a seconda della tipologia di nastro scelta, e delle esigenze, si possono trovare nastri carta che resistono addirittura a temperature di 160 °C).

Come dicevo, è un altro dei fondamentali del fai da te. Si usa, per esempio, per proteggere e schermare le superfici che non vanno dipinte o sporcate in fase di verniciatura, ma può anche essere utilizzato per creare degli effetti decorativi veri e propri come le righe.

Io lo uso spesso.

Dalla pittura di una parete a righe fino alla creazione di un alberello di Natale in balsa, il nastro carta fa spesso al caso dell’amante del fai da te.

Per far usarlo a scopo decorativo, basta segnare i punti sul muro o, in generale, sulla superficie che stai dipingendo e schermare con il nastro adesivo le parti che non vuoi dipingere o che vuoi dipingere di un altro colore.

Quando il lavoro di verniciatura è finito, ti consiglio di togliere il nastro adesivo di carta appena hai finito di dipingere, soprattutto se lo applichi sul muro: evita di lasciarlo da un giorno all’altro, perché tende ad attaccarsi troppo e a portarsi dietro scagliette di pittura sottostante quando viene rimosso.

Dovrai poi rimetterlo per un eventuale seconda mano.

Per limitare al massimo questo inconveniente, un altro consiglio che posso darti è di tenere la mano vicino alla parete quando lo stacchi, evitando di tirare il nastro da lontano. Un errore classico? Stare a terra tirando il nastro applicato al soffitto: non va bene. Fai lo sforzo di salire sulla scala! 🙂

Il nastro carta più sottile di tutti è perfetto per proteggere le curve perché è leggermente elastico e si riesce a modellare.

Esistono anche dei rotoli di nastro adesivo già attaccato a delle strisce di carta o di plastica: sono ottimi per schermature più ampie.

Vari tipi di nastro carta da acquistare

Ecco una selezione di diversi nastri carta. Per trasparenza, ricordati che questo sito partecipa al programma di affiliazione Amazon UE. Questo significa che se clicchi sui link o su uno di questi prodotti e porti a termine un acquisto, una piccola percentuale va a sostenere le iniziative editoriali di Come fare con Barbara, mentre a te non cambia nulla. Controlla bene, però: ricordati che questi prodotti sono qui solo a titolo indicativo. Prima di acquistare, verifica che facciano al caso tuo per forma, colore, dimensione, prezzo, quantità, tipo di utilizzo che ne dovrai fare.

2 Commenti

  1. Te l’ho visto usare spesso ma non l’ho mai provato perchè pensavo che per i miei piccoli lavori con la carta non servisse invece ieri ho provato a marmorizzare dei cartoncini (con la tecnica della schiuma da barba) e siccome in alcuni tratti un cenno di colore è passato sul retro sto pensando di provare a schermare i bordi proprio col nastro di carta.
    Grazie. Daniela

  2. Le saponette–
    si può usare la glicerina. In passato le ho fatte sciogliendo la glicerina e aggiungendo colori e profumi ed erbe aromatiche usando stampi di diverse forme.

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.