Parete attrezzata fai da te

 Contenuto sponsorizzato da OBI 

Parete attrezzata fai da te: il video tutorial

Parete attrezzata fai da te: l’idea

In questo video voglio mostrarvi come fare una parete attrezzata fai da te con le cassette di legno. In realtà vedremo insieme il principio ma naturalmente, come spesso accade, è un progetto del tutto personalizzabile, che va adattato alle esigenze, al gusto, alle pareti di ognuno. Si può replicare per piccole scaffalature oppure per intere pareti.

Parete attrezzata fai da te: cosa serve

Cosa serve per fare la parete attrezzata fai da te
1) cassette di legno
2) smalto
3) pennello
4) guanti in lattice
5) viti
6) avvitatore

Parete attrezzata fai da te: come si fa

Per fare la mia parete attrezzata ho trovato cassette di legno di diverse dimensioni. Alcune le lascio al naturale. Altre, invece, le dipingo. Uso i guanti anche per poterle maneggiare agevolmente.

Per dipingere uso uno smalto per parquet, perché mi diverte provarlo.

Il momento dell’assemblaggio è simile a fare un puzzle: dovete avere tutte le cassette pronte e iniziare a fare delle prove.

La cosa migliore da fare è quella di mettersi a terra e assemblare, una volta definite le misure di ingombro che dovrà avere la parete attrezzata, per vedere bene come mettere assieme le cassette delle varie dimensioni, in modo che la struttura sia gradevole e armonica.

Preparatevi a farlo e rifarlo: non c’è una regola, ma il vostro gusto.

Per simulare perfettamente il modo in cui dovranno poi essere tenute insieme le cassette, uso un’asse di legno per appoggiarle “in battuta”: quella diventerà la parte inferiore della scaffalatura che costruiremo. E allora vuol dire che le cassette andranno appoggiate al pavimento mettendo a terra la parte inferiore.

Come assemblo le cassette per la parete attrezzata

Una volta trovata la composizione giusta – può valere per una piccola scaffalatura o addirittura per un’intera parete – è il momento di fissarle.

Assemblare le cassette con vite e avvitatore

Usate delle viti e l’avvitatore e mettete le viti nell’angolo delle cassette, dove c’è, generalmente, il triangolo di rinforzo (è necessario che ci sia, se no la struttura potrebbe non reggere).

Finito anche l’assemblaggio, sia che decidiate di mettere la scaffalatura appoggiata a terra sia che decidiate di lasciarla “sospesa”, dovrete comunque fissarla alla parete con tasselli e stop.

Ecco come fare.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*