Come verniciare con il rullo (consigli e tecnica)

Fra gli strumenti di pittura che si possono scegliere, il rullo è sicuramente da prendere in considerazione. In questo tutorial vediamo come verniciare con il rullo, quali sono i vantaggi e quali le problematiche, perché non è vero che è più semplice del pennello!

Video tutorial: come verniciare con il rullo

Occorrente:

  1. Rullo
  2. Vaschetta
  3. Griglia ( in alternativa alla vaschetta)

Come verniciare con il rullo

I rulli hanno varie dimensioni e diverse caratteristiche: ce ne sono di pelo, di gommapiuma, decorativi (se vuoi vedere un tutorial sul rullo decorativo clicca qui) , e a seconda della materia di cui sono fatti, creano grane diverse sulla parete. Io di solito uso quelli in gommapiuma, più piccoli, perché raramente dipingo le pareti a rullo, li uso solo per il legno e per lo smalto.

A mio modo di vedere, il rullo ha due difetti:
– quando si appoggia sulla parete, si vede sempre. E accade ogni volta che finita la pittura si intinge il rullo e si riparte .
– i rulli hanno una larghezza limitata e quindi, inevitabilmente, sulla parete ci saranno dei segni: la pittura crea una specie di bordino sul finale del rullo. È evitabile? Sì, quasi completamente.

Il rullo va immerso nella pittura per far sì che tutta la sua superficie sia ricoperta poi va scaricato, o passandolo sulla parte inclinata della vaschetta o sull’apposita griglia ( incastrata sopra o dentro un secchio). Le vaschette sono comodissime, bisogna però ricordarsi di non spingere troppo sulle “v” che servono per scolare il rullo stesso, perché altrimenti il segno della “v” appare magicamente sulla parete (ovviamente lo stesso vale per la griglia)

Verniciare le pareti con il rullo

Se devi dipingere una o più pareti con la tinta lavabile e decidi di verniciare con il rullo non avrai problemi. Puoi tranquillamente usare un rullo grosso non per forza di gommapiuma. Devi capire qual’è la giusta diluizione ma questa è una cosa che purtroppo non posso spiegarti qui, devi fare delle prove. L’utilizzo del rullo ti permette di procedere rapidamente e coprire grandi superfici. Lo puoi incastrare in un’apposita prolunga o anche nel manico di una scopa per raggiungere i punti più lontani della parete. Per gli angoli ed i bordini avrai però bisogno di un pennello . In generale io preferisco dipingere le pareti a pennello perché mi piace quel tipo di grana, ma qui entriamo nel campo dei gusti personali !

Verniciare il legno con il rullo

Tutt’altro discorso se vuoi usare lo smalto per verniciare con il rullo il legno. Questo è uno dei pochi casi in cui mi viene da dire che è meno semplice di quello che sembra. ( se vuoi scoprire come dipingere il legno clicca qui)

  • La diluizione. Se lo smalto non è sufficientemente diluito non si spanderà bene sulla superficie lasciando delle tracce sgranate. Se però lo smalto è troppo diluito non copre bene, come si dice in gergo, la pittura si “snerva” ovvero perde le sue caratteristiche.
  • La “rullata”. ci ho messo anni a capire cosa facevo di sbagliato! In pratica devi cercare di mantenere la stessa angolazione del rullo da cima a fondo della superficie, non devi spingere troppo, e soprattutto alla fine ( ma sempre quando lo smalto è ancora bagnato) devi ripassare il rullo semplicemente appoggiandolo, facendolo rotolare senza nessun tipo di pressione, in modo da compattare al massimo la superficie.
  • Le bollicine: non ti preoccupare, si formano quasi sempre e poi asciugando vanno via. Se ti sembrano troppe puoi provare a diminuire la diluizione aggiungendo altro smalto
  • Lo smalto: lo so parliamo di rulli ma la qualità dello smalto è fondamentale per la riuscita del lavoro. Infatti uno smalto di bassa qualità non si stende e il risultato che si ottiene è solitamente pessimo.

Il rullo con serbatoio

Negli ultimi anni sono apparsi sul mercato dei rulli con serbatoio incorporato. Si riempie il serbatoio e la pittura viene rilasciata man mano durante la lavorazione. I problemi di utilizzazione che pone questo tipo di rullo è lo stesso del rullo normale: inclinazione e pressione devono essere costanti e vi assicuro che non è facile soprattutto quando si ha a che fare con delle pareti perché man mano che si scende quasi inevitabilmente l’inclinazione cambia.

Verniciare con il rullo porte, pareti, e mobili?

A me personalmente le porte piacciono di più dipinte a pennello: mi piace la pennellata più della grana del rullo. Anche perché nelle porte si seguono i montanti, poi si cambia il verso nelle parti orizzontali. Il pennello mi sembra sempre dare un effetto più bello, più artigianale. Anche con un rullo molto liscio, infatti, un po’ di grana rimane e si vede che la superficie è dipinta a rullo.

Per i mobili, invece, trovo che verniciare con il rullo sia una soluzione perfetta .

Se ti è piaciuto questo video tutorial, magari vuoi provare anche tu a dipingere con il rullo. Così, ho preparato una selezione di prodotti che potrebbero esserti utili. Per trasparenza, ricordati che questo sito partecipa al programma di affiliazione Amazon UE. Questo significa che se clicchi sui link che trovi nell’occorrente o su uno di questi prodotti e porti a termine un acquisto, una piccola percentuale va a sostenere le iniziative editoriali di Come fare con Barbara, mentre a te non cambia nulla. Controlla bene, però: ricordati che questi prodotti sono qui solo a titolo indicativo. Prima di acquistare, verifica che facciano al caso tuo per forma, colore, dimensione, prezzo, quantità, tipo di utilizzo che ne dovrai fare.

.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.