5 modi per trasferire foto sul legno

Come trasferire immagini su legno - Come fare con Barbara

5 modi per trasferire foto sul legno: il video tutorial

Come si trasferisce una foto sul legno? È una delle domande che mi viene fatto più spesso qui, su Instagram, su Faebook, su Youtube e persino dal vivo! Così ho voluto preparare una vera e propria enciclopedia, i classici 5 modi per… trasferire le immagini sul legno, appunto.

Mi sono procurata tante fotocopie della stessa foto per mostrare le differenze di resa di ognuno dei metodi che vedremo insieme.

Le fotocopie sono fatte rigorosamente con stampante laser. Non si può utilizzare direttamente la fotografia.

Cosa usare per trasferire immagini su legno

Occorrente per trasferire su legno le immagini o le foto

1) fotocopia con stampa laser
2) tavoletta di legno
3) colla vinilica
4) Mod Podge
5) acetone
6) Bo Bunny Transfer Solution
7) Diluente Nitro
8) nastro adesivo di carta
9) pennello
10) spatola
11) bastoncini cotonati

Trasferire foto su legno con la colla vinilica

Segno indicativamente l’ingombro della foto sul legno con una matita e poi, con il pennello, passo la colla vinilica nell’area in cui poi metterò la foto.

Spalmo la colla vinilica sul legno col pennello

Cerco di stare nei bordi, perché lavorando su legno grezzo la colla vinilica è comunque leggermente più lucida del legno grezzo, anche se asciugandosi diventa trasparente. Quindi, per fare un lavoro più pulito, rimango nei bordi.
Incollo la foto che voglio trasferire a faccia in giù
Incollo la foto a faccia in giù. Prima la stendo con la mano, poi mi aiuto con una spatola particolarmente flessibile. Se non hai a disposizione la spatola flessibile, puoi farlo anche con una tesserina di plastica tipo quelle dei supermercati, per esempio.

È importante che sia uno strumento flessibile perché altrimenti la carta bagnata potrebbe rompersi.

Il risultato finale si vede in 24 ore.

Dopo le 24 ore, con una spugnetta o con le dita si bagna la carta, molto delicatamente, e si rimuovono i vari strati di carta, arricciando la carta stessa. Bisogna lavorare davvero con delicatezza.

Quello con la colla vinilica è il trattamento più delicato.

Trasferire immagini su legno con la Mod Podge


La Mod Podge è un prodotto pronto, che si trova anche su internet. Contrariamente alla colla vinilica, che ho dato sul legno, la Mod Podge va passata con il pennello direttamente sulla fotografia, ricoprendola per bene. Poi si attacca la foto sul legno.
Anche in questo caso si usa una spatola o una tesserina.

Anche il risultato finale della Mod Podge si vede dopo 24 ore.
Anche in questo caso, dopo le 24 ore, arriccio la carta.

Trasferire immagini su legno con il diluente nitro

Fisso la foto con il nastro adesivo sul legno.
Poi prendo il diluente nitro e con il pennello ricopro tutto il retro della foto.

Man mano che uso il diluente, lavoro poi con la spatolina morbida. Più si lavora con la spatola e il diluente nitro più si facilita il trasferimento dell’inchiostro su legno. Il risultato è immediato.

Trasferire foto su legno con il Bo Bunny

Il Bo Bunny è in una piccola boccetta. Si passa sul retro della foto con un bastoncino cotonato. Si passa per piccole zone e poi ci si aiuta, ancora una volta, spingendo con la spatolina. Non basta mettere il liquido. È proprio spingendo che si fa trasferire l’inchiostro su legno.

Anche in questo caso il risultato è immediato. Il Bo Bunny ha una resa più nitida rispetto al diluente nitro.

Trasferire foto su legno con l’acetone


La procedura è la stessa. In questo caso uso il pennello e poi la spatolina.
Con l’acetone il colore tende a spandersi un po’ e può creare effetti interessanti.

Anche in questo caso il risultato è immediato. È piuttosto simile al risultato che si ottiene con il diluente nitro. Forse preferisco l’acetone.

Trasferire scritte: ricordati di specchiare l’immagine!

Ricordati che se devi trasferire delle scritte, vanno specchiate. Puoi chiedere che te lo facciano in copisteria, oppure puoi cercare su Google come specchiare un’immagine. E per esempio trovi Salvatore Aranzulla che te lo spiega!

Cosa non funziona per trasferire le foto?

Non sono riuscita a trasferire le immagini stampando la fotocopia sulla classica carta del salumiere, dalla parte lucida. E non sono riuscita a farlo nemmeno usando lo smacchiatore per vestiti al posto di acetone o diluente o colle varie.

Cosa fare dopo aver trasferito l’immagine su legno?

Puoi verniciare il tutto, per esempio con un flatting, un protettore trasparente. Questo farà uscire ancor di più i colori.

I risultati finali

È il momento di vedere i risultati finali dei cinque procedimenti.
Questi sono quelli con la mod podge e con la colla vinilica. Come vedi è un risultato materico, che preserva di più i colori delle foto. Se ci passi il dito sopra, sentirai lo spessore della carta rimasta.

Nelle operazioni con diluente nitro, Bo Bunny e acetone, invece, passa su legno l’inchiostro, non c’è spessore materico, i colori sono più slavati e si vede la venatura del legno.

Quale tecnica preferisco?

Non ho una vera e propria preferenza. Forse tenderei a scegliere le tecniche in cui si vede comunque un po’ la venatura del legno. E a te, quale piace di più?

Trasferire foto su legno: cosa comprare?

Se ti è piaciuto questo video tutorial, magari vuoi provare anche tu a trasferire le tue foto su legno. Così, ho preparato una selezione di prodotti che potrebbero esserti utili. Per trasparenza, ricordati che questo sito partecipa al programma di affiliazione Amazon UE. Questo significa che se clicchi sui link che trovi nell’occorrente o su uno di questi prodotti e porti a termine un acquisto, una piccola percentuale va a sostenere le iniziative editoriali di Come fare con Barbara, mentre a te non cambia nulla. Controlla bene, però: ricordati che questi prodotti sono qui solo a titolo indicativo. Prima di acquistare, verifica che facciano al caso tuo per forma, colore, dimensione, prezzo, quantità, tipo di utilizzo che ne dovrai fare.

4 Commenti

  1. Ho provato a trasferire una foto di famiglia a un rettangolino di legno effetto “vintage”, cioè non proprio perfetto, ma dall’aspetto vissuto. Il risultato mi è piaciuto tantissimo, sembrava quasi una foto d’epoca e ho deciso di aggiungere quattro distanziali a parete in ottone (tipo quelli per le targhe d’ufficio) e agganciarla all’ingresso. Sembra quasi un reperto antico!

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.