La foglia d’oro: l’arte della doratura

 

La doratura è un arte e il mio approccio è esclusivamente decorativo. Non me ne vogliano quindi i doratori professionisti se ometterò di parlare del bolo, della pietra d’agata ecc.

Proprio perché il mio punto di vista è da decoratrice uso la foglia d’oro finto invece di quella di oro vero.

Occorrente:

Foglia d’oro finto
Foglia d’argento
Missione all’acqua
Cera bituminosa
Cuscinetto per doratura
Coltello per doratura
Straccio
Mecca
Pennelli
Colori acrilici Terra di Siena Bruciata e Ocra gialla

Come fare:

Sulla superficie da dorare passa una mano di fondo con il colore acrilico, aggiungendo un pochino di ocra gialla alla terra di Siena bruciata per schiarirla leggermente ( non usare il bianco perché la Siena vira immediatamente al rosa). Lascia asciugare e dai una seconda mano, il fondo deve essere compatto. Una volta asciutta anche la seconda mano puoi iniziare la doratura vera e propria.

Con un pennello passa la missione sulla parte da dorare e lascia tirare per circa
15 mn o fino a quando la missione non diventa trasparente e appiccicosa al tatto.

Info:
La missione è la colla specifica per la foglia d’oro.

Metti il foglio d’oro o d’argento sul cuscino e taglialo con il coltello della dimensione desiderata e, sempre aiutandoti con il coltello, posalo sulla missione. ( Il taglio del foglio serve ad evitare gli sprechi)

Attenzione1: Appena la foglia tocca la missione è inamovibile perché si incolla immediatamente quindi, prima di farla poggiare, decidi il punto esatto dove metterla.

Info:
La foglia d’oro finto si può maneggiare un pochino con le mani, quella d’oro vero no perché è talmente sottile che quasi si “squaglia” sulla pelle.

Procedi così fino a coprire tutta la superficie da dorare.

Se decidi di invecchiare l’oro puoi cerarlo con la cera bituminosa. Prendi un po’ di cera con uno straccetto morbido e passala con un movimento circolare fino a stenderla completamente. Meno la cera è stesa e più l’aspetto dell’oggetto sarà vecchio e sporco… attenzione a non esagerare!
Se vuoi virare un pochino il colore dell’oro e renderlo più giallo puoi dare una leggera velatura con la mecca passandola a pennello e tirandola bene ( solitamente si usa per l’argento ma a volte anche per l’oro l’ho trovata utilissima!)
Volendo puoi unire le due cose, prima una velatura di mecca e poi una volta asciutta una passata di cera bituminosa per invecchiare.

Per quel che riguarda la foglia d’argento il discorso è lo stesso. La mecca si usa per rendere l’argento leggermente dorato, ma attenzione a non esagerare! Ultimamente mi sono capitate tra le mani delle cornici a foglia d’argento che erano talmente piene di mecca da diventare dorate , ma di un brutto tono di oro!
Puoi invecchiare anche la foglia d’argento con la cera bituminosa, o sovrapporre la cera alla mecca una volta che questa è asciutta e secondo me questo è il connubio perfetto!

Idea deco: Se te la senti di dipingere ad olio, un po’ in stile giapponese, su dei pannelli a foglia d’oro o d’argento puoi ottenere dei risultati bellissimi.

Info: Il colore di fondo è quello che apparirà nei punti in cui la foglia d’oro si strappa durante l’applicazione o dove i due fogli messi uno accanto all’altro non combaciano perfettamente. È un effetto decorativo che adoro e che dà più corpo alla doratura stessa. Ovviamente però se le zone color terra di Siena sono troppo ampie dovrai coprirne una parte con un po’ di oro.


Info:
La cera bituminosa, ed in generale qualsiasi cosa passata sull’oro, ne diminuisce la brillantezza, il che a volte può essere utile (ma devi esserne a conoscenza)

Foglia d'oro e foglia d'argento - Come si fanno la doratura e l'argentatura

Doratura e foglia d’oro, argentatura e foglia d’argento: domande e risposte

Qui ho raccolto tutte le domande che mi avete posto sulla tecnica della doratura e su quella dell’argentatura e ho dato loro una risposta.

Per poter proteggere una cornice foglia oro dagli schizzi d’acqua, come posso fare? (Andreina, YouTube)

Ciao Andreina! Puoi usare le vernici protettive fatte apposta per la foglia d’oro. Il problema è che in genere rendono la doratura meno brillante, quindi si tratta di scegliere tra protezione e brillantezza.

Scusa ma.. ho capito male forse.. colla di …….??? ho capito coniglio. (Rita, YouTube)

Ciao Rita! Hai capito bene. I restauratori e i doratori preparano e usano la colla di coniglio per dorare. Sono scaglie di colla che si lasciano a mollo per almeno 12 ore e poi si cuociono a bagnomaria fino al loro scioglimento.

Ciao Barbara, come si chiama quel tipo di missione che hai usato? (serenella superstar, YouTube)

Ciao Serenella, ho usato una missione all’acqua. La preferisco a quella 24 ore, perché trovo che la lavorazione sia più facile.

Ciao, vorrei realizzare con del legno di recupero un top per il bagno/piano appoggio lavabo decorato a foglia d’argento, mi piacerebbe poi trattare il tutto con la mecca ma per poter rendere il piano utilizzabile ai fini per cui è destinato pensavo di dar sopra una vernice protettiva. Si può fare o è meglio che pensi ad altre soluzioni? Nel caso sia possibile quale vernice protettiva potrei utilizzare? Grazie anticipatamente per l’eventuale risposta e per il simpatico tutorial (Franco, YouTube)

Ciao Franco! Esistono delle vernici protettive fatte apposta per la doratura e per l’argentatura. Se non ti dispiace troppo perdere un po’ di lucentezza della foglia d’argento, puoi anche usare una normale finitura all’acqua.

Barbara grazie per le risposta, sto valutando anche la possibilità di utilizzare in sostituzione delle vera foglia d’argento il domopack. E’ solo una idea non so se funzionale, pensavo di fiammeggiare con una fiaccola, quelle piccole con la bombola da campeggio per ottenere un effetto invecchiato o di viraggio prima di mettere il protettivo. (Franco, YouTube)

Ciao Franco! Con il domopack non avrai mai la stessa lucentezza della foglia d’argento, inoltre essendo molto più spesso non aderisce alle superfici altrettanto bene, soprattutto se si tratta di cornici e oggetti simili.
Non ho mai provato a invecchiare con la fiamma, perché si annerisce tutto, mentre con il bitume o con la mecca e il bitume insieme l’invecchiamento è perfetto.
Premesso tutto ciò, se con il tuo test ottieni un buon risultato fammelo sapere, sono sempre aperta alle novità!
A presto!

Ciao Barbara, complimenti per i video tutorial. Io dovrei decorare una specchiera color argento effetto antichizzato. Non volendo usare la foglia esistono vernici o smalti che danno questo effetto?? intendo anche quello tipico della foglia che lascia intravedere il rossiccio sottostante. Grazie mille. Marco (Mamma Lally, Youtube)

Ciao Marco, perché non vuoi usare la foglia d’argento? Otterresti un risultato migliore perché le vernici, anche le migliori, non hanno mai la brillantezza della foglia, non sono proprio paragonabili. Detto questo, se vuoi usare la vernice argentata, puoi passare un rossiccio sotto e poi dipingere con l’argento, lasciando in alcuni punti la vernice meno compatta in modo da lasciare intravedere il colore sottostante.

6 Commenti

  1. Ottima spegazione, molto ettagliata e semplice, sono un Architetto e scultore con un laboratorio di ceramica, sto riparando una cornice del 700, ho riparato le cose grossolane, mi occorre, se posibile sapere dove posso trovare la colla chiamata missione, ho già le foglie doro finte e quelle vere da molti anni, se ha la cortesia di informarmio sulla mia richiesta, grazie

  2. Ciao Barbara, come sempre sei bravissima! Ti devo porre una domanda. Ho un vecchio lampadario con cristalli, Volevo argentarlo… secondo te posso utilizzare le foglie argento? che cosa utilizzo poi per proteggerlo? Che tipo di vernice? Ciao grazie!

  3. Ciao Barbara, come sempre sei bravissima! Ti devo porre una domanda. Ho un vecchio lampadario con cristalli, Volevo argentarlo… secondo te posso utilizzare le foglie argento? che cosa utilizzo poi per proteggerlo? Ciao grazie!

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*